Formazione

Ai sensi dell'art. 4 della Legge regionale 21 gennaio 2003, n. 1 l'esercizio della professione di maestro di mountain bike e di ciclismo fuoristrada nell'ambito del territorio regionale è subordinato al possesso dell'abilitazione professionale e all'iscrizione nel rispettivo elenco professionale regionale.
L'abilitazione si consegue mediante la partecipazione ad un corso di formazione e il superamento di un esame, organizzati dalla struttura competente dell'Amministrazione regionale.
L'ammissione ai corsi di formazione è subordinata al possesso dei seguenti requisiti:

  • maggiore età;
  • cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell'Unione europea; sono altresì ammessi i soggetti equiparati per legge ai cittadini italiani;
  • assolvimento obbligo scolastico; analoghi titoli conseguiti all'estero riconosciuti o dichiarati equipollenti dalle competenti autorità italiane;
  • idoneità psico-fisica all'esercizio della professione certificata da un medico di sanità pubblica, in data non anteriore a tre mesi dalla presentazione della domanda di ammissione al corso;
  • tessera di abilitazione all'esercizio della professione di maestro di mountain bike e di ciclismo fuoristrada, rilasciata dalla Federazione Ciclistica Italiana (FCI).

L'ammissione agli esami finali è subordinata alla frequenza di almeno l'80 per cento delle ore di lezione dei corsi di formazione.

Ogni corso di abilitazione organizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana richiede un totale di 44 ore di impegno tra prove pratiche di ammissione, lezioni teoriche, esercitazioni pratiche in bicicletta, gruppi di lavoro e test generale.
Gli esami finali si svolgeranno dopo un tirocinio pratico di almeno 40 ore, effettuato in un periodo di circa sei mesi dal termine di ogni corso.